I mercatini di Natale 2017

Il Natale è quel periodo dell’anno in cui tutto si trasforma diventando più bello, colorato, scintillante, profumato.

In questi giorni speciali nelle città più importanti vengono allestiti numerosi mercatini nei quali vengono proposti oggetti tipicamente natalizi come le decorazioni, le statuine del presente, l’artigianato locale il tutto accompagnato da un profumo di spezie e di dolci appena sfornati.

Le strade vengono illuminate con decorazioni colorate e per rendere l’atmosfera ancor più suggestiva, nella parte centrale dei mercatini, vengono fatti ardere dei ceppi profumati.

La tradizione di fare acquisti nei mercatini affonda le sue radici nel XVI secolo, quanto per comprare o regalare un oggetto bisognava attendere che venissero organizzate delle fiere, le quali spesso coincidevano con il periodo dell’Avvento. Il primo mercatino di cui si ha traccia scritta venne organizzato in Sassonia, più precisamente nella città di Dresda, con il nome di Christkindlmarkt – il mercato del Bambino Gesù – nel 1434 il lunedì precedente il giorno di Natale.

In quest’occasione gli artigiani si davano appuntamento per esporre le loro opere che richiamavano la natività ed il periodo dell’Avvento. Dato l’alto pregio con cui erano eseguiti gli oggetti ed il loro alto costo, questi mercatini erano solitamente frequentati dalla borghesia medio alta.

Con il passare degli anni il numero di mercatini è andato aumentando sempre più riuscendo così a coinvolgere un maggior numero di persone appartenenti a diverse classi sociali.

Negli anni ’90 queste manifestazioni raggiungono il loro apice riuscendo a contagiare le città più suggestive d’Europa. Non a caso i mercatini più belli e suggestivi vengono organizzati in città come Augusta, Norimberga – qui il primo mercatino risale al 1628 – Colonia, Vienna, Zurigo, Strasburgo – giunto quest’anno alla sua 447° edizione – e Parigi.

Ed in Italia? Nel nostro Bel Paese si contano circa 556 mercatini ognuno con una sua peculiarità che lo rende unico agli occhi del visitatore.

Il mercatino per eccellenza è quello di Bolzano. Nato nel 1991 quest’anno festeggia i suoi primi 27 anni. Il segreto del suo successo è dovuto sicuramente alla tradizione.

Ogni anno vengono ospitati circa ottanta espositori che attraverso l’esibizione di prodotti altamente selezionati ed un’animazione musicale eccellente sapranno estasiare anche il visitatore più esigente.

Dal 2014 il mercatino di Bolzano ha avviato una collaborazione con l’Ecoistituto Alto Adige, riuscendo a realizzare un evento sempre più eco-compatibile ottenendo così la certificazione di Green Event.

L’inaugurazione è prevista per il 23 Novembre. Gli stand saranno illuminati solo da una candela atta a far presagire la suggestiva atmosfera che sta per crearsi. Qui suoni, profumi, sapori si fonderanno creando la tipica atmosfera natalizia.

Rimanendo sempre in Trentino, imperdibile è sicuramente il Mercatino di Natale di Trento. La prima edizione venne organizzata nel dicembre del 1993 grazie al Centro Trentino Esposizioni con il nome di “Mercato di Natale” con lo scopo di offrire ai turisti la possibilità di scegliere idee regalo per festeggiare e decorare il Natale.

Come location venne scelta Piazza Fiera, storico luogo trentino dove avvengono solitamente gli scambi e il commercio di generi vari.

Anche quest’anno il mercatino si conferma come evento green. L’evento ha ottenuto la certificazione “100% energia pulita Dolomiti Energia” in quanto l’energia utilizzata proviene interamente da fonti rinnovabili grazie alle centrali elettriche delle Dolomiti.

Nei vari stand sarà possibile degustare cibi regionali, preparati rigorosamente con ingredienti biologici a km0 utilizzando stoviglie lavabili o compostabili. Novità di quest’anno saranno i “piatti di pane”: si potranno degustare cibi non nei classici piatti di plastica, di cui poi è sempre difficile disfarsene, ma in dei piatti fatti con il pane.

Altra novità saranno i “sacchetti in carta frutta”, ottenuta riciclando i contenitori Tetra Pak, che i visitatori potranno ritirare presso i vari stand durante i loro acquisti. Il mercatino originariamente era composto da 22 espositori, alcuni dei quali oggi sono considerati storici in quanto presenti ad ogni edizione.

Negli anni il loro numero è andando aumentando sempre più fino a giungere alla soglia dei novanta. Per questo, dal 2014, gli organizzatori hanno deciso di raddoppiare l’offerta dividendoli in due piazze, Piazza Fiera e Piazza Cesare Battisti confermando Trento come “Città del Natale”.

Se siete alla ricerca della statuina perfetta per il vostro presepe sicuro la troverete a Via San Gregorio Armeno a Napoli. Famoso in tutto il mondo per le numerose botteghe artigianali dedicate all’arte presepiale in questo mercatino è possibile trovare di tutto: dalle statuine classiche, prodotte in ceramica o in terracotta, a quelle raffiguranti i personaggi famosi, dagli accessori per creare un presepe animato alla “moschetta”, la statuina di un pastorello chiamata così per le sue dimensioni minuscole.

Questo mercatino ha una caratteristica che lo distingue dagli altri: essendo composto da botteghe è aperto e visitabile tutto l’anno, costituendo una vera e propria via del Natale.

Foto: pxhere.com

Di: Redazione